Conversazioni Napoleoniche - Maria Luisa.. la donna è mobile

Tu sei qui

Conversazioni Napoleoniche a Lucca

Maria Luisa d’Austria, le passioni di Napoleone e la moda dipinta è il tema della 13ma edizione delle Conversazioni Napoleoniche, con assaggi rinfrescanti per gli ospiti, per tre incontri di approfondimento della vita dei napoleonidi e del loro tempo, quest’anno con la novità della presenza di due esperti di moda e costume, documenti di primo piano per la comprensione della storia e della comunicazione, ieri e oggi.

Maria Luisa d’Austria, le passioni di Napoleone tra Plutarco, Annibale e Tito Livio e la moda dipinta, dai campi di battaglia alle sale da ballo. Tornano per la 13ma edizione le Conversazioni Napoleoniche, appuntamento culturale dell’agosto lucchese che si svolge nell’ambito del progetto “Da Parigi a Lucca: il gusto di vivere al tempo di Napoleone e Elisa”, ideato da Roberta Martinelli con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e realizzato in collaborazione anche con il Souvenir Napoléonien.

Lunedì 19 agosto
ore 21:30 - “Maria Luisa.. la donna è mobile..” con Velia Gini Bartoli e Simonetta Giurlani Pardini. Protagonista della conversazione è Maria Luisa d’Austria, moglie di Napoleone: personalità complessa che vive tre epoche: è figlia dell’Imperatore d’Austria, sarà moglie di Napoleone Imperatore, alla sua caduta troverà un nuovo ruolo come duchessa di Parma. Il suo fitto epistolario e le memorie di Meneval, segretario particolare di Napoleone, svelano di dettagli della sua storia privata e pubblica. Particolare attenzione sarà dedicata al periodo più drammatico della sua vita: quello della sconfitta e dell’abdicazione di Napoleone nel 1814, quando fu costretta a muoversi nelle grandi manovre della diplomazia europea che finiranno anche per condizionare la sua vita più intima.

Definitivamente chiusa l'esperienza imperiale, lasciato il figlio avuto da Napoleone a Vienna, il 19 aprile 1816 Maria Luisa arriverà nel piccolo Ducato di Parma, dove rimarrà per oltre trent’anni, cambiando la città per sempre. Molte sono le opere pubbliche realizzate negli anni del suo governo, come il Nuovo Teatro Ducale e il monumentale Ponte sul Taro che all'epoca fu ritenuto il più lungo d'Europa. Altrettanto interessanti, per comprendere i diversi volti di Maria Luisa, sono le attività che svolge nel suo privato. Una profonda conoscenza della musica, la passione per la pittura e il ricamo, per la botanica e il giardinaggio sono i tratti che la contraddistinguono. Appena arrivata a Parma si dedica a migliorare il giardini di Sala Baganza e della reggia di Colorno, creando serre fornite di stufe per la coltivazione frutti esotici come gli ananas, di piante e fiori. La violetta era il suo fiore preferito e il profumo di violetta il suo prediletto. Anche l'orto di Colorno era molto curato e lei stessa  amava piantare cavoli e insalate per la delizia del suo desco ducale. Maria Luisa aveva un grande amore per la buona tavola: l'influenza della cultura culinaria francese arricchirà le abitudini locali. Golosa di dolci, chiamerà a corte Vincenzo Agnoletti, uno dei  più famosi pasticceri dell'epoca.

Quando (Data dell'evento): 
Lunedì, 19 Agosto 2019
Ora di Inizio: 
21:30
Ora di fine: 
23:00
Luogo: 
Chiostro del Complesso di San Micheletto a Lucca
Indirizzo: 
via San Micheletto 3
Periodo: 
19 / 21 agosto 2019
Biglietto: 
ingresso gratuito
Categoria: