Arcobaleno d'Estate: un tour geniale!

Tu sei qui

Che Giacomo Puccini fosse un appassionato di motori non è storia nuova. Il "genio" della musica operistica mondiale, grande appassionato di vetture, cominciò la sua 'carriera automobilistica' acquistando, nel 1900, una De Dion-Bouton 5 CV, vista all'Esposizione di Milano di quell'anno cui seguirono una Fiat 60, una Clement 14/22 HP, una  Isotta Fraschini, una Labuire, un'Atala, una nuova Fiat 501, una Lancia Trikappa e, pochi mesi prima della sua morte, gli venne consegnata la modernissima e costosissima Lancia Lambda, con la quale compì il suo ultimo viaggio, il 4 novembre 1924, fino alla stazione di Pisa e, da lì, in treno per Bruxelles, dove subì la fatale operazione alla gola.

Statua di Giacomo Puccini a Lucca

 

 

Questa sua passione non sarebbe mai nata senza la genialità di altri due lucchesi, Padre Eugenio Barsanti e l'ing. Felice Matteucci che iniziarono a lavorare assieme per realizzare un motore più pratico della macchina a vapore, e nel 1853 progettarono il motore a scoppio, a combustione interna, e depositarono una memoria per tutelare la proprietà dell'invenzione all'Accademia dei Georgofili. Nel 1854 a Londra ottennero la prima certificazione, cui seguirono brevetti in diverse nazioni europee. Qui sarà possibile prendere visione della riproduzione del primo macchinario che ha dato origine al più diffuso mezzo di locomozione quale è oggi l'automobile. Grazie a loro fu dato il primo impulso all'industria automobilistica. E alla passione di Giacomo Puccini.

Motore a scoppio della Fondazione Barsanti e Matteucci a Lucca

 

 

Ma non è tutto: il 21 giugno in occasione della manifestazione Toscana Arcobaleno d'Estate l'associazione di guide turistiche Turislucca propone una visita alla città sulle orme della genialità di Leonardo.
Un tour guidato all'interno della cinta muraria cittadina e della sua genialità.
Un salto nel tempo e nello spazio e tra le tante discipline in cui i lucchesi sono stati, a loro modo "geniali". Un omaggio alla genialità nell'anno dedicato a Leonardo da Vinci.

Geniale la costruzione delle Mura Urbane, uno dei più importanti esperimenti di ingegneria militare italiana sin dal XV secolo e geniale l’aeronauta Vincenzo Lunardi inventore del primo pallone aerostatico che mai avesse volato sui cieli della Toscana nel 1788. Come andò a finire?

Vincenzo Lunardi di Lucca

 

 

Geniale la facciata della Chiesa di San Michele che, agli inizi del XIII secolo, descriveva in maniera criptica l'evoluzione dell'elemento umano verso la purificazione grazie a complesse rispondenze matematiche e geniale il dipinto nella Chiesa di San Paolino che, nel ‘400, raffigurava le nuove tecniche di prospettiva matematico-geometrica.

Chiesa di San Michele a Lucca

 

 

Geniali competenze tecnico-chirurgiche presenti già nell’XI secolo e quella tecnologia industriale che, ancor prima, faceva di Lucca una Silk Valley del Medioevo: la sola città europea in grado di tessere il prezioso filo che giungeva dall'oriente.
Ma questa è un'altra storia.

Lavorazione della seta a Lucca

per info e prenotazioni turislucca@turislucca.com
 

Domenica, 2 Giugno 2019
Arcobaleno d'estate in Toscana