Direkt zum Inhalt

Luigi Boccherini

Noiosi concerti in sale ovattate? Certo che no.
Molti personaggi animati si sono mossi sulle note di un suo famoso minuetto.
Nel 2003 lo vediamo comparire con i violini struggenti e gli Adagio del Quintetto op.30 n° 6 - La Musica Notturna delle strade di Madrid della colonna sonora di Master & Commander un film diretto da Peter Weir.
Nel 2009 Angelo Branduardi gli dedica una interpretazione dello stesso pezzo nel brano La Tempesta.
E' Luigi Boccherini.

> F. XAVERIO GEMINIANI
> LUIGI BOCCHERINI
> ALFREDO CATALANI
> GIACOMO PUCCINI
concerto di violoncello in onore di Ilaria del Carretto

 

Luigi Boccherini (Lucca 1743- Madrid 1805) nsce in una famiglia di musicisti e subito introdotto nell'ambiente musicale. Il padre, contrabbassista gli fornsce i primi insegnamenti sullo strumento del violoncello. Le eccezionali doti del ragazzo sono evidenti tanto che, nel 1751  partecipa come voce bianca al solenne servizio musicale che ogni anno celebra la tradizionale Festa di Santa Croce.

Dopo un periodo a Roma, Boccherini torna a Lucca per proseguire gli studi e debutta come violoncello solista nel Monastero di San Domenico. Nel 1764 è primo violoncellista nella Cappella di Palazzo e fonda con altri musicisti, Manfredi, Nardini e Cambini, il primo quartetto stabile storicamente accertato.

Con il quartetto e con il solo Manfredi, violinista, Boccherini tiene numerosi concerti in Italia e in altri paesi d'Europa. Comincia quindi un periodo di viaggi all'estero ed esperienze diverse che lo portano in Francia, a Vienna e in Spagna. Nel 1768 si trasferisce definitivamente a Madrid con l'amico e collega Manfredi su invito dell'ambasciatore di Spagna a Parigi, allontanandosi definitivamente dalla sua città natale.

Le sinfonie, in particolare, sono tra i suoi lavori più riusciti e apprezzati, ancora oggi. Solidamente costruite e ricche di una vena melodia tipica italiana, mai sentimentale, sono tra i primi validi esempi di questo genere che sta trovando, proprio in quegli anni, la sua valorizzazione.

Vittima di tempi incerti, trascorre gli ultimi anni nella miseria più nera, colpito da una grave malattia circolatoria.
Afflitto dalla perdita di tre figlie e della seconda moglie Luigi Boccherini muore il 28 maggio 1805 e dal 1927 le sue spoglie sono nella Chiesa di San Francesco, a Lucca.

 

danzatori del laboratorio brunier danzano il Minuetto


Lucca non si è mai dimenticata di lui e della sua grandezza artistica riconoscendo i suoi meriti e annoverandolo tra le glorie della città. A Luigi Boccherini è infatti dedicato l'Istituto Superiore di Studi Musicali, una delle scuole di musica più antiche d'Italia che si trova appunto nel centro storico di Lucca.

 

Se volete ascoltare la sua musica dal vivo, nella sua città natale, tenete d'occhio la programmazione della rassegna "il settecento musicale a Lucca" e "Lucca Classica Musica".

Se volete cimentarvi nelle danze del '700 in costume, contatatte il Laboratiorio Brunier.

> DIE MUSIKER
> MUSIKPLÄTZE
> EIN JAHR MIT MUSIK